TIENE IL MERCATO DEI VEICOLI COMMERCIALI

Cresce in aprile il mercato dei veicoli commerciali fino a 3,5 tonnellate di portata. Dai dati diffusi oggi dalle associazioni del settore automobilistico, Anfia e Unrae, emerge che in aprile sono stati venduti 19.576 commerciali, con un incremento dell’1,33% sullo stesso mese dell’anno precedente, mentre il primo quadrimestre chiude sostanzialmente in pareggio cioè con 73.188 unità vendute, contro le 73.118 del gennaio-aprile 2004 (+0,1%).

Questa sostanziale tenuta del mercato dei veicoli commerciali – secondo il Centro Studi Promotor – è un elemento importante anche per la valutazione dell’andamento congiunturale dell’economia del Paese, tanto più se si considera che il segnale che viene dai dati di vendita sui veicoli commerciali è in controtendenza rispetto agli indicatori di fiducia degli operatori economici italiani, che sono tutti in calo.

Il quadro del mercato dei commerciali – sempre secondo il Centro Studi Promotor – va dunque valutato molto favorevolmente, se si considera che la situazione e le prospettive del Paese non appaiono tali da incidere in maniera significativa sulla propensione all’acquisto di beni di investimento. E un ulteriore elemento per valutare positivamente i dati diffusi oggi è che il confronto si fa con un anno, il 2004, in cui il bilancio delle vendite di commerciali fu soddisfacente.

Approfondendo l’analisi dei dati, emerge che sia in aprile che nel primo quadrimestre, vi sono sensibili differenze tra l’andamento delle vendite delle marche nazionali e di quelle estere. Le estere accusano un calo dell’8,48% in aprile e del 2,54% nel primo quadrimestre. Le nazionali crescono dell’11,18% in aprile e del 2,7% nel quadrimestre. Tra le nazionali particolarmente brillante il risultato del marchio Fiat, che mette a segno una crescita del 16,25% in aprile e del 4,30% nel primo quadrimestre.