PARTE LENTO, MA IN POSITIVO (+3,14%), IL MERCATO DEI VEICOLI COMMERCIALI

Partenza lenta, ma positiva, per il mercato degli autoveicoli commerciali fino a 3,5 tonnellate di portata. In gennaio i veicoli venduti sono stati 16.043 contro i 15.554 dello stesso mese del 2004. La crescita è del 3,14% ed è quindi in linea con l’andamento del mercato dei veicoli commerciali nello scorso anno, che si era infatti chiuso con 221.108 vendite e un incremento del 3,3% sul 2003.

Meglio del mercato complessivamente considerato hanno fatto nel gennaio scorso le case nazionali, che, con una crescita del 5,18%, hanno portato la loro quota dal 48,89% del gennaio 2004 al 49,86%. Più lenta la dinamica delle marche importate che hanno fatto registrare una crescita dell’1,2% e una quota di mercato del 50,14%.

Nonostante i moderati tassi di crescita, i risultati di gennaio sono complessivamente positivi e coerenti con le previsioni avanzate dai concessionari interpellati dal Centro Studi Promotor nell’ambito dell’inchiesta congiunturale sul settore condotta a fine dicembre. In quella sede la maggioranza dei concessionari aveva dichiarato di attendersi un andamento sostanzialmente stabile nella prima parte del 2005. Va comunque sottolineato, sostiene il Centro Studi Promotor, che il parco circolante italiano di veicoli commerciali ha un’età media piuttosto elevata e sarebbe necessario accelerarne il rinnovo, soprattutto per la quota di veicoli che esegue consegne nei centri urbani. Qui ha infatti maggiore importanza il contenimento delle emissioni inquinanti che potrebbe essere assicurato da veicoli commerciali di recente immatricolazione. D’altra parte per accelerare la sostituzione sarebbero necessarie migliori prospettive di sviluppo per l’economia italiana ed in particolare occorrerebbe che la fiducia degli operatori economici fosse tale da indurli a accelerare gli investimenti.