CRESCE IN GIUGNO IL MERCATO DEI VEICOLI COMMERCIALI

Prospettive moderatamente positive per la seconda metà dell’anno

Secondo i dati diffusi oggi in giugno sono stati consegnati 23.549 autoveicoli commerciali con una crescita rispetto allo stesso mese del 2006 del 2,62%. Nel valutare questo tasso di incremento, non particolarmente elevato, occorre considerare che nel giugno 2006 si registrò una crescita del 18% per effetto soprattutto di importanti commesse pubbliche. Alla luce di questo fatto l’incremento del mese scorso assume un peso maggiore e conferma lo stato di buona salute del mercato dei veicoli commerciali italiani, la cui domanda è sostenuta dagli incentivi alla rottamazione e da un quadro economico non particolarmente dinamico ma comunque abbastanza positivo.

Utili indicazioni per un più approfondito esame della situazione dei veicoli commerciali vengono dall’inchiesta congiunturale trimestrale condotta dal Centro Studi Promotor. A fine giugno secondo la maggioranza dei concessionari (51%) la raccolta di ordini è stata normale o alta. Abbastanza elevata e comunque in aumento rispetto al trimestre precedente è però la quota di operatori che lamentano un basso livello di acquisizioni. Non desta preoccupazioni la la situazione delle giacenze di autoveicoli nuovi anche se poco più di un quarto dei concessionari indica su bassi livelli la disponibilità di prodotto per far fronte con immediatezza alla domanda.

Per quanto riguarda le attese per il prossimo trimestre, il 60% dei concessionari prevedono domanda stabile. Tra gli altri prevalgono lievemente (21% contro 19%) coloro che si attendono vendite in rallentamento. Improntate alla stabilità sono poi le attese dei concessionari per quanto riguarda il livello dei prezzi.