ANDAMENTO LENTO PER IL MERCATO DEI VEICOLI COMMERCIALI

Come per le autovetture, anche per i veicoli commerciali la risposta agli incentivi alla rottamazione è piuttosto lenta e di intensità, per il momento, non particolarmente rilevante. Secondo i dati diffusi oggi da Anfia e Unrae, in aprile sono stati venduti 21.298 veicoli commerciali con un calo dello 0,26% rispetto allo stesso mese del 2006.

Il consuntivo del primo quadrimestre chiude a quota 79.434 con un incremento del 3,38% sullo stesso periodo del 2006. Il lieve calo di aprile non desta preoccupazioni in quanto il confronto si fa con un aprile 2006 particolarmente positivo, che aveva fatto registrare una crescita del 9,06% per effetto di importanti consegne ad Enti pubblici. Tuttavia il calo di aprile fa seguito ad incrementi contenuti verificatosi in marzo (+4,21%) e in febbraio (+2,12%) e a un incremento più consistente verificatosi in gennaio (+7,2%), ma certamente non ancora influenzato dagli incentivi alla rottamazione. Complessivamente, poi, il bilancio del primo quadrimestre che, come si è detto, fa registrare una crescita contenuta nel 3,38%, conferma che l’andamento del mercato non appare particolarmente dinamico, se si considera che sono attualmente in vigore per i veicoli commerciali incentivi alla rottamazione di non trascurabile entità (che inoltre sono cumulabili con incentivi pure di rilievo per chi acquista commerciali alimentati a gas).

Gli elementi che possono avere influenzato una risposta piuttosto lenta agli incentivi attualmente in vigore sono diversi. Innanzitutto va considerato che l’anno con cui si fanno i confronti, il 2006, si era chiuso molto positivamente a quota 234.088, con una crescita dell’8,3% rispetto all’anno precedente, e, di conseguenza, gli spazi per la crescita delle consegne sono comunque limitati. In secondo luogo possono influire fattori di carattere logistico legati alla capacità delle case automobilistiche di far fronte con tempestività ad un aumento di domanda dovuto agli incentivi. In terzo luogo incide probabilmente sulla propensione all’acquisto di veicoli commerciali un certo appannamento del quadro congiunturale generale che sta cominciando ad emergere da più di un indicatore. L’andamento complessivo del mercato dei veicoli commerciali appare comunque soddisfacente, ma sulla base dei dati disponibili non sembra al momento possibile che nel corso del 2007 le vendite possano superare il livello record di 258.553 unità raggiunto nel 2002 grazie alla Tremonti bis.