ACCELERANO LE VENDITE DI AUTO IN EUROPA

Cresce più del mercato il Gruppo Fiat

Accelera in giugno il mercato europeo dell’auto. Nei diciotto mercati della parte occidentale del continente sono state infatti immatricolate 1.407.528 autovetture con un incremento del 5,6% sullo stesso mese del 2003. Si tratta di un incremento decisamente importante, soprattutto se si considerano le grandi dimensioni del mercato europeo.

Il buon risultato di giugno porta il consuntivo del primo semestre a 7.836.271 immatricolazioni con una crescita del 3,3% rispetto allo stesso periodo del 2003. Dopo un inizio d’anno incerto, il mercato dell’auto europeo di mese in mese acquista dunque velocità, coerentemente con il migliorare del quadro economico generale dell’area.

Meglio del mercato nel suo complesso fa il Gruppo Fiat, che in giugno vede crescere le sue immatricolazioni del 7,4% (contro una crescita del mercato del 5,6%) e nel primo semestre fa registrare un incremento del 5% (contro il 3,3% del mercato) e che di conseguenza fa registrare miglioramenti di quota di mercato sia in giugno che nel primo semestre. Gli incrementi più rilevanti nel semestre vengono tuttavia ottenuti dai marchi giapponesi e coreani, indubbiamente favoriti anche dal caroeuro ed anche il Gruppo Ford e quello BMW fanno poi registrare incrementi superiori a quelli medi.

Considerando i cinque maggiori mercati del continente, il miglior risultato a metà anno si registra in Spagna con una crescita del 14,6%. Segue il mercato italiano che vede le immatricolazioni salire del 3,1% e quello del Regno Unito che cresce del 2,2% nel semestre, ma accusa un lieve calo (-0,5%) in giugno. Modeste contrazioni nel bilancio a metà anno si registrano in Germania (-1,3%) e in Francia (-0.1%). Entrambi questi mercati nazionali recuperano però in giugno con incrementi del 6,3% in Francia e del 4% in Germania.

Positivo il bilancio a fine giugno anche negli otto maggiori Paesi, tra i dieci entrati nell’Unione Europea, di cui l’Acea fornisce dall’inizio dell’anno regolarmente le immatricolazioni. Nel primo semestre le vendite sono state 448.579 con una crescita del 5,9%. E’ un dato positivo anche se complessivamente questi mercati rappresentano ancora soltanto il 5,6% del mercato dell’Unione Europea.